IN EVIDENZA

dom 24 settembre 2017
a cura della Redazione

savignone78x78(19).jpg

Chi dona gli organi ama la vita

Chi dona gli organi ama la vita: anche a Savignone il progetto “Una scelta in Comune”

 

Anche Savignone aderisce al progetto “Una scelta in Comune”, l’iniziativa nazionale che dà la possibilità ai cittadini maggiorenni di dichiarare, al momento del rinnovo della carta d’identità, la propria volontà di donare organi e tessuti in caso di morte.

 

Su sollecitazione dell’Anci e del Comitato provinciale Anusca e sull’esempio di altre amministrazioni, la Giunta comunale ha deciso di attuare la recente normativa che consente ai Comuni di raccogliere tale “informazione” allo sportello dell’anagrafe in occasione del rinnovo della carta d’identità e di trasmetterla al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute.

 

Tutti i cittadini maggiorenni, infatti, in occasione del rilascio o del rinnovo della carta d’identità, avranno la possibilità di dichiarare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti al personale dell’anagrafe, firmando un apposito modulo. La decisione sarà inserita nel Sistema Informativo Trapianti, il database del Ministero della Salute che permette ai medici che lavorano nel Coordinamento di consultare in caso di possibile donazione, la dichiarazione di volontà dell’individuo. Ovviamente la scelta può essere modificata in qualsiasi momento recandosi agli sportelli dell’ASL, visto che risulta valida l’ultima espressione rilasciata in ordine temporale.

 

“E’ un’iniziativa molto semplice da attuare – sottolinea il Sindaco Antonio Bigotti – ma molto importante per chi è in attesa, magari da anni, di un trapianto. Donare significa quasi sempre salvare una vita: chi è in attesa di un organo può contare solo sulla donazione per continuare a vivere. Donare significa anche garantire condizioni di vita migliori a chi è obbligato a terapie lunghe come la dialisi, o permettere di riacquistare la vista a chi l’aveva perduta attraverso il trapianto di cornea”.

 

La possibilità di esprimere il proprio consenso alla donazione degli organi in occasione del rinnovo della carta d’identità scatterà all’inizio del mese di aprile, non appena l’Ufficio Servizi Demografici avrà apportato le modifiche gestionali per registrare la dichiarazione di volontà dei cittadini per poi inviarla telematicamente al Sistema Informativo Trapianti. Nessuna trascrizione sarà effettuata sulla carta d’identità: al cittadino verrà richiesto di esprimersi sottoscrivendo uno specifico modulo, del quale riceverà copia che non deve accompagnare la carta d’identità.