Cos'è l'IMU

gio 23 novembre 2017
a cura della Redazione

imu78x78.jpg

IMU è l'acronimo di Imposta Municipale Unica. Ha sostituito la vecchia Ici, l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati.

Tale imposta è stata istituita anticipatamente ed in via sperimentale dall'art. 13 del Decreto Legge del 6 dicembre 2011, n.201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n.214 e disciplinata dal medesimo articolo 13 e dagli articoli 8 e 9 del D.lgs. 14 marzo 2011, n.23, dall’Art. 1, commi 707-729, della Legge 27 dicembre 2013, n. 147 e dal D.L. 6 marzo 2014, n. 16, convertito con modificazioni dalla legge 2 maggio 2014, n. 68, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190, della Legge 28.12.2015, n. 208 e della n. Legge 232 del 11.12.2016.

Soggetto attivo dell’Imposta è il Comune salvo quanto disposto dall’Art. 1, comma 380, lettera f), della Legge 24 dicembre 2012, n. 228, che riserva allo Stato, il gettito dell’Imposta Municipale Propria derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato all’aliquota standard dello 0,76%, ai sensi dell’Art. 13, comma 6, del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201 ovvero sulla base di diversa aliquota prevista da norma di legge.

Lo Stato annualmente trattiene su un’ipotesi di incasso totale dell’Imposta una percentuale molto alta che va ad alimentare un fondo statale detto Fondo di Solidarietà Comunale (FSC) che viene rimesso quasi interamente alle grandi Città, riducendo così il Comune a mero esattore con conseguenze tragiche per le casse comunali della maggior parte dei piccoli Comuni Italiani (7.000 su poco più di 8.000).

 

TORNA ALLA PAGINA IMU